venerdì 29 gennaio 2010

Uno strano "arnese"

Stamane mi sono fatta "coraggio" è sono andata in centro città!
Non mi piace e solitamente evito con cura di andarci, ma l'unico negozio di lane è lì e ..."gioco forza"... E' un bel negozio gestito da marito e moglie, molto gentili e cortesi , non più giovani ma molto forniti ed aggiornati .
E così ho fatto man bassa...ho in mente (oltre ad altre due paia di scaldamani commissionatimi da fratello e figlio!), uno scaldacollo per me ed un cappellino per mio fratello.
Ho trovato sul blog di Alessia un modellino che mi piace molto, servivano però i ferri per la lavorazione circolare n°5, così ho chiesto al negoziante e lui mi ha proposto questo arnese al posto dei ferri a doppia puntamolto "intrigante", ho proprio voglia di provarlo .....

5 commenti:

  1. Brava Anna!! Provalo e facci sapere, perchè io quel coso lì ce l'ho...ma non sono mai riuscita ad usarlo!!!!
    Bacione, Manydisadatta!! :o)))

    RispondiElimina
  2. L'ho visto anch'io, ma non ho mai capito a cosa servisse?!?!
    Finalmente lo scoprirò!!!
    I tuoi scaldamani, mi piacciono un sacco, dove hai trovato il tutorial?
    A presto barbara

    RispondiElimina
  3. Vedrai come ti diverti ad usarlo...io tanti anni fa lo usavo per fare i colli alti ai maglioni.
    Baci tesora e buona domenica
    Mariarita

    RispondiElimina
  4. praticamente, se ho capito bene, son aghi da maglia alla tedesca. In pratica loro (le tedesche) non sferruzzano tenendo gli aghi sotto le ascelle ma tenendo in mano questi aghi....ma se ho sbagliato per cortesia fammelo sapere
    ciao Pat

    RispondiElimina
  5. Potresti dirmi dove è il negozio?

    Fulvia

    RispondiElimina