lunedì 1 febbraio 2010

Bomboloni o frati?

Ho vissuto i miei primi 27 anni a Pietrasanta (Lucca) chiamandoli bomboloni , qui a Livorno li chiamano frati...
poco importa a me piacciono un sacco soprattutto belli caldi e zuccherosi !
Così ieri pomeriggio li ho fatti
era la prima volta ma mi sono riusciti bene, prova è stata che non sono avanzati!
Ho seguito una ricetta che ho trovato su "Livorno a tavola" un interessantissimo libretto di
Franca Torsellini sulla storia "culinaria" di Livorno .

500 gr di farina
50 gr di burro
50 gr di zucchero
25 gr di lievito di birra
2 uova
1 tazza di latte
essenza di limone o di arancio
1 presa di sale, olio per friggere

Mettete il lievito in una tazza con 2 cucchiai di farina e un po' di latte.Mescolate e mettete a lievitare (ieri avevamo il camino acceso, per cui l'ho messo lì vicino).
In una ciotola lavorate tutti gli ingredienti e poi aggiungete il contenuto della tazza.
Fate una bella palla e lasciate a lievitare.
Poi con il mattarello stendete allo spessore di circa mezzo cm.
Io non ho in casa uno stampo da frati per cui ho fatto dei "dischi" con un bicchiere e con il dito ho fatto il buco nel mezzo...ho lasciato lievitare ancora ed ho fritto con MOLTO olio!!!
poi è stata una "goduria"!!!

8 commenti:

  1. Mmmmmmmmmmmmmmhhhhhhhhhh!!! Mi faresti quasi venir voglia di mettermi al lavoro per farli!
    Io però li faccio con le patate lesse! Buonissimi!!!!!!

    RispondiElimina
  2. copio subito la ricetta..devo rovarli assolutamente....se ho tempo già in questa settimana...io sono super golosa...e mi hai fatto venire l'acquolina in bocca...kiss..iulia

    RispondiElimina
  3. per me i bomboloni sono quelli ripieni di crema.... mmmmm.... buoni.... per me codeste sono ciambelle.... mmmm... squisite.... mò ti rubo la ricetta (e poi me le faccio fare da mia madre :P)

    RispondiElimina
  4. Grazie della tua visita e dei tuoi sugerimenti. E grazie della ricetta, hmmm, sono sicuramente da provare, Renata.

    RispondiElimina
  5. Ma lo sai che mi sono appena letta la ricetta su un librino di cucina toscana???
    devono essere buonissimi!
    Laura

    RispondiElimina
  6. Quanto tempo che non mangio un frate!
    Ho vissuto 14 anni a Livorno e per me sono frati!
    Quanto dura la lievitazine? La tua ricetta è una vera tentazione!

    Fulvia

    RispondiElimina
  7. che buoniiiiiiiiii

    Ciao Barbara
    http://fili-di-parole.over-blog.it/

    RispondiElimina
  8. Ciao Anna,che buoniiii!Copio subito la ricetta (la mia mamma li faceva sempre a carnevale).Grazie per la ricetta e per la spegazione martedì sono di riposo e provo a farli poi ti dico.Mi piacciono le chiacchere o bugie etc ma i frati sono molto molto più buoni certo metterò sù un po'di ciccetta ma chi se ne frega!Un bacione cara e buon fine settimana.Cri

    RispondiElimina